Esame- Consulente ADR -

Per la Commissione n°1 di Milano inviare le domanda al seguente indirizzo: Direzione Generale Territoriale del Nord Ovest Commissione di esame n°1 (Regione Lombardia) per i Consulenti alla sicurezza per il trasporto di merci pericolose -  sig.ra Maria Pecorella - via Cilea n° 119 - 20151 Milano.
Per informazioni: sig.ra Maria Pecorella tel 0235379306 - fax 0235379417 - Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Orario di ricevimento utenza: lunedì e mercoledì dalle 9:30 alle 12:00 via F.Cilea 119, Milano - secondo piano stanza n° 2.14.

Fac-simile domanda esame Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose - Commissione n°1

 

Per la Commissione n°2 di Torino  inviare le domanda al seguente indirizzo: Direzione Generale Territoriale del Nord Ovest Commissione di esame n°2 (Regione Piemonte) per i Consulenti alla sicurezza per il trasporto di merci pericolose - via Bertani 41 -  10137 Torino

Referenti: Ing  Antonio SACCO tel  011 30121006501 - Dot.ssa Accursia CIPOLLA  tel 011 30121006403

Fac-simile domanda esame Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose - Commissione n°2

 

Per la Commissione n°3 di Genova inviare le domanda al seguente indirizzo: Direzione Generale Territoriale del Nord Ovest Commissione di esame n°3 (Regione Liguria) per i Consulenti alla sicurezza per il trasporto di merci pericolose - via Cantore 3  16149 Genova

Referente: D.T. Danilo LANCINI tel 010 6407244

Fac-simile domanda esame Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose - Commissione n°3

 

L'esame per la qualificazione professionale dei consulenti per la sicurezza dei trasporti comprendente anche la modalità del trasporto per le vie navigabili interne è competente la Sede Centrale e le richieste dovranno essere indirizzate alla Commissione ADN Direzione Generale Motorizzazione via Caraci 36 Roma  - Prot. n° 2497 del 5 febbraio 2014

Normalmente vengono fissate almeno due sessioni d'esame all'anno, una a maggio ed una a novembre, ed i candidati i candidati vengono convocati almeno 15 giorni prima della data stabilita mediante posta certificata o EMAIL ma, al fine di migliorare il servizio all’ utenza il  calendario minimo delle sedute d’esame programmati da questa D.G.T. è : visualizza calendario .

Si potranno stabilire ulteriori date se le richieste dovessero essere superiori ad un determinato numero.

Normalmente le domande dovranno pervenire alla Commissione entro 30 gg. dalla data di effettuazione dell’esame.

I candidati assenti che hanno presentato domanda di ammissione all’esame presso una delle tre Commissioni della D.G.T. potranno, a seguito di opportuna richiesta, usufruire della 1°sessione utile di esami programmata in uno dei tre capoluoghi di Regione appartenenti alla D.G.T. e si renderanno disponibili a raggiungere detta località per l’effettuazione dell’esame.

L'esame avviene in forma scritta ed è costituito da questionari con domande a scelta multipla riferiti alla/e modalità e specializzazione/i richiesta/i e dallo studio di un caso:

Nel caso di  primo rilascio l'esame consisterà di:

questionario. E' prassi consolidata e adottata da tutte le commissioni proporre ai candidati questionari a quiz; al candidato viene richiesta l'indicazione di "Vero" o "Falso" su tutte le affermazioni contenute nella scheda composta da:

- 20 domande, per un totale di 60 risposte (domande base) (almeno 48 risposte esatte per superare l'esame); - 10 domande, per un totale di 30 risposte (domande legate ad ogni singola modalità di trasporto richiesta) (almeno 24 risposte esatte per superare l'esame);

- 10 domande, per un totale di 30 risposte (domande legate ad ogni singola specializzazione richiesta) (almeno 24 risposte esatte per superare l'esame);

studio di un caso. Viene proposto uno studio la cui articolazione, scelta dalla commissione, è tesa a verificare la capacità del candidato di svolgere le mansioni di consulente per la sicurezza.  I candidati che sostengono l'esame per un'unica specializzazione, svolgono lo "studio del caso" nell'adattamento relativo alla specializzazione prescelta; i candidati che, invece, sostengono l'esame per più specializzazioni, svolgono lo studio nell'adattamento relativo ad una di tali specializzazioni a scelta della commissione esaminatrice.

Nel caso di rinnovo l'esame consisterà di:

questionario. E' prassi consolidata e adottata da tutte le commissioni proporre ai candidati questionari a quiz; al candidato viene richiesta l'indicazione di "Vero" o "Falso" su tutte le affermazioni contenute nella scheda composta da:

- 20 domande, per un totale di 60 risposte (domande base) (almeno 48 risposte esatte per superare l'esame); - 10 domande, per un totale di 30 risposte (domande legate ad ogni singola modalità di trasporto richiesta) (almeno 24 risposte esatte per superare l'esame); - 10 domande, per un totale di 30 risposte (domande legate ad ogni singola specializzazione richiesta) (almeno 24 risposte esatte per superare l'esame);

I candidati in possesso di specializzazione SV (classi varie) non possono chiedere il rinnovo SP (prodotti  petroliferi)

I candidati che intendono sostenere l'esame debbono presentare apposita istanza secondo il fac-simile in basso, allegando l'attestazione di 2 versamenti di € 16 sul c.c.p. n° 4028 per l'imposta di bollo (i bollettini prestampati sono reperibili presso qualunque Ufficio Motorizzazione Civile - UMC).
Se l'istanza viene inviata per posta va corredata di fotocopia integrale di un valido documento di identità.
Dovranno inoltre essere allegate le attestazioni del pagamento dei diritti dovuti, da effettuarsi anche successivamente ma comunque prima dell'effettuazione dell'esame, secondo le modalità della tabella che segue:

Diritti da versare dai candidati agli esami di consulente per trasporto di merci pericolose:
TARIFFA IMPORTO CAUSALE
A1 Nuovo rilascio 123,95 € "Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Dipartimento Trasporti Terrestri - capitolo nr. 2454, capo 15, art. 9. Partecipazione agli esami per il conseguimento (o rinnovo) del certificato di formazione professionale di consulente per la sicurezza dei trasporti delle merci pericolose”
A2 rinnovo 103,29 €
A3 integrazione 103,29 €
A4 5,16 € Diritto per il rilascio del certificato

Versamenti:

I versamenti, sono effettuati presso la Banca D'Italia sul capitolo nr.2454, capo 15, art. 9 intestato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Dipartimento Trasporti Terrestri - con la seguante causale: "partecipazione agli esami per il conseguimento (o rinnovo) del certificato di formazione professionale di consulente per la sicurezza dei trasporti delle merci pericolose". La quietanza dell'avvenuto pagamento è allegata in originale alla domanda di esame e deve riportare esclusivamente il nome del candidato versante.
In alternativa i versamenti possono essere eseguiti sul c/c postale intestato alla locale sezione della  Tesoreria Provinciale dello Stato, da intendersi riferita alla propria residenza o alla sede della Commissione d'esame prescelta (vedi in basso l'elenco dei cc delle tesorerie locali provinciali) con la causale: "Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Dipartimento Trasporti Terrestri - capitolo nr. 2454, capo 15, art. 9. Partecipazione agli esami per il conseguimento (o rinnovo) del certificato di formazione professionale di consulente per la sicurezza dei trasporti delle merci pericolose", utilizzando i bollettini che prevedono oltre alla ricevuta anche l'attestazione che deve essere allegata, in originale, alla domanda di esame per comprovare l'avvenuto pagamento e deve riportare esclusivamente il nome del candidato versante. Per il rilascio del certificato di formazione, deve essere versata – con le stesse modalità sopra indicate – la somma di € 5,16. La quietanza bancaria o l’attestazione postale relativa al rilascio del certificato può essere presentata anche dopo aver sostenuto l’esame con esito positivo. Le causali del versamento sono le medesime indicate sopra con l’avvertenza di sostituire le parole “partecipazione agli esami per il conseguimento del …..”  con le parole: “diritto per il rilascio del ….” Si fa presente che non è consentito cumulare le somme dei versamenti (per esempio un unico versamento da € 129,11 per l’ammissione all’ esame e per il rilascio del certificato), in quanto trattasi di due operazioni diverse con voci tariffarie differenti. Seduta d'esame:

L'esame avviene in forma scritta ed è costituito da due parti: da un questionario con domande a scelta multipla e dallo studio di un caso in relazione ai compiti descritti nell'allegato I al Decreto Legislativo 4 febbraio 2000 n° 40.

Per ciascuna domanda a scelta multipla sono previste tre risposte per ciascuna delle quali il candidato deve indicare "V" per vero o "F" per falso. Durante il tempo concesso per la prova non è consentito abbandonare la sala esami se non al termine della prova. Una volta iniziata la prova nessun candidato verrà più ammesso all'esame. I candidati che all'ora fissata dalla convocazione non siano presenti o muniti di documento di identità non in corso di validità, presso la sede in cui si svolge l'esame, saranno dichiarati assenti e rinviati ad altra sessione, previa apposita istanza in carta semplice. L'elenco dei candidati con le rispettive votazioni conseguite verrà affisso, a disposizione del pubblico, presso l'Ufficio U.M.C. sede della Commissione d'esame, per 15 giorni e sarà altresì disponibile su questo sito ( modello esiti  ). Il candidato sarà identificato dal n° di protocollo assegnato alla propria domanda. Si rammenta che l'ammissione agli esami è stata determinata sulla base delle dichiarazioni del candidato, pertanto, ai sensi del DPR n° 445 del 28/12/2000, le Amministrazioni procedono ad idonei controlli anche a campione e, ferme restando le responsabilità penali conseguenti alla falsa dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti al provvedimento emanato. I lavori debbono essere scritti esclusivamente, a pena di nullità, sulle schede prestampate e su carta (per lo studio del caso) fornite dalla Commissione. E' consentita la consultazione, purché in edizioni non commentate, di testi legislativi, regolamentari e normativi inerenti il trasporto delle merci pericolose su strada o ferrovia, compresi l'A.D.R. ed il RID, sia in lingua originale che tradotti - ad esempio pubblicazione EGAF primi 3 volumi esclusa Appendice Z (prontuario) e volumi seguenti -  nonché di dizionari; è permesso l'uso di calcolatrici elettroniche per l'effettuazione dei calcoli (non programmabile). Non è consentito tenere computer palmari, telefoni cellulari od altre apparecchiature ricetrasmittenti. II candidato che contravviene alle disposizioni suesposte, o comunque abbia copiato, in tutto od in parte lo svolgimento del tema, è escluso dall'esame. La mancata esclusione all'atto della prova non impedisce che l'esclusione sia disposta in sede di valutazione delle prove medesime. Al candidato sono consegnate una busta grande ed una piccola, oltre ad uno stampato su cui apporre le proprie generalità ed altre notizie ivi richieste; il candidato, dopo aver completato gli elaborati, senza apporvi sottoscrizioni od altro contrassegno, li inserisce nella busta grande, quindi, riempito l'apposito stampato con le proprie generalità lo inserisce nella busta piccola, la chiude senza apporvi contrassegni, la mette insieme agli elaborati nella busta grande, che quindi consegna al segretario della Commissione, il quale, in sua presenza la chiude senza apporvi contrassegni e firma il lembo di chiusura della busta. I candidati all'esame di rinnovo devono portare con se, durante la prova d'esame, il certificato originale di cui chiedono il rinnovo. A fine prova, se l'esame sarà superato, tale certificato potrà essere sostituito con il nuovo.

Elenco n. conto corrente delle tesorerie locali

Lunedì 03 Dicembre 2018 09:39